top of page

Comunicato Stampa

PARTIRA’ IL 25 MAGGIO IL PRIMO MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN METALLURUGIA 4.0 DELLA COGNE ACCIAI SPECIALI E POLITECNICO DI TORINO


Il Master di Alta Formazione in Metallurgia 4.0, nato dalla collaborazione tra Cogne Acciai Speciali e Politecnico di Torino, e che prevede l’assunzione con contratto di apprendistato, inizierà il 25 maggio.

Il totale dei partecipanti sarà 9. Di questi: 7 sono ingegneri neolaureati “esterni” individuati a seguito di un attento percorso di selezione, e due interni già presenti in azienda in possesso di tutti i requisiti necessari. I 7 esterni saranno poi assunti con contratto di apprendistato di Alta Formazione e Ricerca con il ruolo di STEEL INDUSTRY ENGINEER.

L’obiettivo è quello di formare competenze professionali specialistiche legate al contesto siderurgico e destinate a posizioni di responsabilità.

La durata del percorso è di 12 mesi, per un totale complessivo che andrà a superare le 1500 ore, distribuite tra aula e formazione “on the job” in azienda, con affiancamento.

Le ore di didattica saranno circa 580, e oltre 200 saranno curate dai tecnici di Cogne Acciai Speciali.

Il Master di Alta formazione preparerà i neoingegneri ad affrontare le sfide cruciali della produzione di acciai speciali di alta qualità con processi digitalizzati e sostenibili.


“L’Azienda si trova oggi in una fase di espansione per la quale acquisizione tecnologica e transizione sostenibile sono fattori imprescindibili, che devono essere patrimonio di coloro che operano in Cogne Acciai Speciali oggi e di coloro che contribuiranno, nel prossimo futuro, a tracciare un nuovo percorso di sviluppo dell’Azienda” dichiara l’Amministratore Delegato di Cogne Acciai Speciali Massimiliano Burelli. “L’obiettivo del progetto, inserito nella realtà di Cogne Academy, è quello di mettere in campo un gruppo di giovani laureati con una formazione ingegneristica e scientifica, al fine di inserirli in ruoli tecnici strategici e favorire la loro crescita professionale”.


“La progettazione di questo Master è stata condotta in stretta collaborazione tra il nostro Politecnico e la Cogne Acciai Speciali – spiega il professor Daniele Ugues del Dipartimento Scienza Applicata e Tecnologia-DISAT del Politecnico di Torino, coordinatore scientifico del master - Questo approccio è stato utilizzato al fine di favorire, affianco al consolidamento delle basi teoriche sulle discipline ingegneristiche di interesse per l’azienda, un contemporaneo arricchimento di competenze sulle migliori tecnologie e pratiche industriali attualmente in uso o in potenziale implementazione nel prossimo futuro. Da Metallurgista – continua Daniele Ugues - posso affermare che il Master rappresenta un’ottima opportunità per dimostrare, una volta di più, che la Metallurgia è non solo uno dei settori industriali trainanti del nostro paese, ma anche un settore tra i più attenti alle sfide tecnologiche e ambientali poste dalla Rivoluzione Industriale 4.0”.


“Questo master rappresenta una scelta significativa di Cogne Acciai Speciali dato l’investimento sulle persone coinvolte a cui è garantito un contratto di assunzione in apprendistato di Alta Formazione” commenta Ilaria Fadda, Direttore HR & Academy, quest’ultima funzione responsabile del progetto. “La progettazione del master, durata circa sei mesi, ha visto una grande collaborazione tra la Cogne Academy e le Aree di produzione, manutenzione e qualità, sintomo di una forte condivisione della vision aziendale e, dunque, un “sentire all’unisono” delle diverse funzioni coinvolte. Le condizioni migliori per la partenza del master Metallurgia 4.0”.


“Benvenuti in Valle d’Aosta” esordisce Luigi Bertschy, assessore allo sviluppo economico e al lavoro, rivolgendosi ai ragazzi del master presenti in sala. “Abbiamo bisogno di giovani e di nuove competenze per rendere il nostro piccolo mondo e la nostra comunità sempre più attrattiva. Spero che un domani porterete qui non solo i vostri progetti lavorativi ma anche quelli di vita, perché il nostro piccolo territorio può offrire molto. Siete qui per seguire un percorso molto impegnativo – sottolinea Luigi Bertschy – 1500 ore non sono poche, ma verrete contrattualizzati e questo diventerà un impegno non solo di formazione, ma anche di crescita e lavoro. Buon lavoro e complimenti a tutti per questo progetto che è piccolo nei numeri ma molto significativo e molto alto negli obiettivi”.

留言


bottom of page