Lo storico Palazzo di direzione diventa di proprietà della Cogne Acciai Speciali

L’edificio degli anni ‘20 era di proprietà della società Vallée d’Aoste Structure


Esercitando il diritto di prelazione, con un’offerta sull’avviso di vendita con pubblico incanto, la Cogne Acciai Speciali si è aggiudicata l’asta per l’acquisto dello storico Palazzo direzionale di proprietà di Vallée d’Aoste Structure.

“La cessione del Palazzo – commenta l’amministratore unico di VdA Structure Henri Calza – consolida un rapporto proficuo e duraturo tra noi e la Cogne Acciai Speciali. In un momento di incertezza sia dal punto di vista economico che sociale è necessario attraverso le sinergie continuare a valorizzare il patrimonio immobiliare di Structure. Lo sviluppo dell’area Cogne continua ad essere tra le priorità della nostra società e la proficua collaborazione con la CAS certamente permetterà nel futuro prossimo di avviare nuovi progetti”.

“Siamo particolarmente orgogliosi dell’acquisto di questo storico edificio che ha sempre rappresentato l’anima della società. L’operazione – spiega il presidente della CAS Giuseppe Marzorati – ci permette infatti da un lato di consolidare la nostra immagine sul territorio e, dall’altro, di realizzare una serie di importanti progetti con impatto sulla città e sulla fabbrica che, altrimenti, non sarebbero stati realizzabili. Questo investimento è in linea con gli altri progetti industriali che stiamo realizzando e con le conferme delle assunzioni a tempo determinato, in una visione positiva di continuo sviluppo e crescita della società”.

Il contratto di locazione del palazzo di direzione era frutto di una scrittura privata, separata dal contratto di locazione dell’area industriale – in essere sino al 2038 e rinnovabile di altri 30 anni – e poneva dei vincoli rispetto agli interventi strutturali sull’immobile.

Considerata di “interesse storico-architettonico”, la struttura – lunga 76 metri ed alta 19 – risale agli anni ’20 del 1900 e si sviluppa su tre piani oltre un sottotetto. I circa 3.500 metri quadrati di superficie abitabile ospitano un centinaio di locali tra uffici, sale riunioni e spazi comuni.

“In particolare, – aggiunge Marzorati -, prevediamo di ripristinare la facciata ridando il giusto pregio a questo edificio da sempre simbolo della Cogne. Inoltre, interverremo sugli spazi interni rendendoli più adatti all’attuale organizzazione del lavoro. Infine, completeremo il recupero di una parte del palazzo già destinato ad ospitare le classi e i laboratori della neonata Cogne Industrial School. Naturalmente, tutto questo avrà un impatto ancora più positivo se si inserirà all’interno di un piano di riqualificazione di tutta la porzione di Via Paravera che fiancheggia lo stabilimento e la ferrovia. In tal senso, abbiamo già comunicato alla Regione e al Comune di Aosta la nostra disponibilità a partecipare a tavoli di lavoro congiunti”.

“Considero questo un grande passo – conclude il Sindaco di Aosta –, non solo per integrare esteticamente l’insediamento industriale e la città, ma anche per inaugurare una forma di collaborazione sistematica tra enti pubblici e privati differenti, uniti attorno all’intento di riqualificare una parte fondamentale del tessuto urbano restituendolo alla buona vita di tutti i cittadini, dei lavoratori e degli ospiti di tutto il mondo”.

L’ufficio stampa 14/01/2021