Comunicato stampa: Approvato il Bilancio di Sostenibilità 2021

Cogne Acciai Speciali rinnova e rafforza il proprio impegno di responsabilità verso le persone, l’ambiente, la comunità locale e il rispetto dei diritti umani.


Il Consiglio di Amministrazione di Cogne Acciai Speciali ha approvato il Bilancio di Sostenibilità 2021. Per il quinto anno, con la ratifica e la pubblicazione del report di trasparenza e responsabilità, la Cogne Acciai Speciali rinnova e rafforza il proprio impegno per una produzione più consapevole e per uno sviluppo sempre più sensibile a quei principi che caratterizzano una gestione aziendale attenta alle persone, all’ambiente, alla comunità locale e al rispetto dei diritti umani.


Siamo fieri dei risultati raggiunti sino ad ora – dichiara il Presidente della Cogne Acciai Speciali Giuseppe Marzorati, nella lettera agli stakeholder – grazie all’impegno di tutte le persone che operano in allineamento alla strategia aziendale fondata su specializzazione e internazionalizzazione, peculiarità dello scenario competitivo e commerciale sempre più sfidante in cui operiamo. La cognizione di operare in un contesto industriale storico che produce acciaio da oltre cento anni ci porta a valorizzare la nostra identità e l’orgoglio di appartenere al mondo COGNE. Abbiamo deciso per questo di condividere la nostra passione portando all’interno dello stabilimento, tramite visite organizzate, a partire dall’autunno 2021, i figli dei dipendenti e, nel 2022, gli studenti valdostani.


Aprendosi alla comunità locale per far meglio conoscere il mondo COGNE e per rinsaldare lo storico legame con il territorio, l’azienda ha attivato il progetto La Cogne entra a scuola, che ha trovato entusiasmo tra gli studenti e i docenti ma soprattutto ha dato “voce” e “volti” alle tante professionalità presenti all’interno dello stabilimento, che hanno accolto e accompagnato in visita centinaia di giovani. Ancora una volta gli uomini e le donne che lavorano all’interno della grande area di Aosta hanno fatto la differenza.

Il tema delle risorse umane è uno dei punti cardini del Bilancio di sostenibilità. Nel corso del 2021, dopo il superamento delle complessità organizzative legate alla gestione della pandemia, come registrato nel documento revisionato dalla società di revisione indipendente EY Spa, l’azienda è riuscita a riprendere il percorso di valorizzazione e di crescita dei lavoratori. Puntando ad uno sviluppo delle competenze, sono state erogate 19mila 949 ore di formazione. Oltre il doppio del dato relativo al 2020.


Come dichiara il Presidente Giuseppe Marzorati: Elemento fondamentale del nostro successo è la forza delle nostre persone: COGNE è sinonimo di preparazione, esperienza ed innovazione, ma anche di cultura d’impresa. Questi sono i fondamenti che consolidiamo continuamente grazie al lavoro e all’attaccamento di chi lavora con noi.


Parlando di persone, all’interno di uno stabilimento siderurgico, il richiamo dovuto è quello legato alla sicurezza. Tra gli highlights 2021 si trovano i due indici significativi, che riportano un riallineamento all’annualità 2019 dell’indice di frequenza degli infortuni, dopo la particolare situazione vissuta nel periodo più acuto della pandemia durante il 2020, e una continua diminuzione dell’indice di gravità, che è passato dallo 0,59 del 2019, allo 0,54 del 2020 sino a scendere allo 0,51 del 2021. Dati di rilievo, al di sotto della media nazionale, a testimonianza di un impegno costante per la tutela e la sicurezza sul lavoro.


Nel 2021, come negli anni precedenti – sottolinea il Presidente Marzoratisalute e operatività in sicurezza sono state un elemento fondamentale per COGNE, che ha previsto le misure fondamentali ad assicurare la continuità ed efficienza delle nostre attività produttive nonché ad assicurare le migliori condizioni lavorative per tutte le persone.


Attenzione alla comunità locale e responsabilità verso le persone si coniugano con un altro tema fondamentale e fondante per il percorso di sviluppo sostenibile dell’azienda: il contributo alla lotta al cambiamento climatico.


Riteniamo che un modello di sviluppo sostenibile praticabile sia sostenuto dall’utilizzo di energie rinnovabili e sui principi dell’economia circolare – evidenzia l’ingegner Giuseppe Marzoratie, di conseguenza, sviluppiamo le nostre attività operative per esserne attori principali ogni giorno: se l’utilizzo delle nuove tecnologie anche digitali è lo strumento da impiegare, l’obiettivo è utilizzare al massimo il potenziale di ogni risorsa generando così valore per tutti e riducendo al minimo i rifiuti. I principii dell’economia circolare pervadono ogni nostra attività e, in particolare, governano la gestione dei rifiuti e l’utilizzo responsabile di tutte le risorse naturali.


Lo sviluppo sostenibile che perseguiamo si basa su progetti realistici – conclude il Presidente Marzorati -, parte integrante del nostro piano di investimenti pluriennale da oltre 100 milioni di euro. Oltre il 30 per cento sono dedicati a tematiche ambientali, di tutela della salute e sicurezza sul lavoro e di buon governo aziendale, investimenti in ambito ESG, mentre il 70 per cento del piano pluriennale è focalizzato in investimenti in impianti e tecnologia innovativa, nella formazione e nella digitalizzazione delle informazioni.


Nel 2021, la ripresa dell’attività dopo il rallentamento della pandemia ha portato risultati importanti, i migliori di sempre, con un conseguente aumento del consumo delle energie. Pur tuttavia, l’azienda, a testimonianza di un reale impegno nella lotta al cambiamento climatico, è riuscita a migliorare il rapporto totale tra emissioni Scope 1 e Scope 2 Location-Based e tonnellate di acciaio prodotto e versato nello stabilimento di Aosta, scendendo all’1,14, contro l’1,18 del 2019 e l’1,24 del 2020. Un risultato ottenuto attraverso determinanti e impegnativi investimenti in impianti e strutture, ulteriore segnale del cammino verso il futuro sempre più sostenibile di COGNE.




Il Bilancio di sostenibilità e visionabile e scaricabile al link sotto riportato

https://www.cogne.com/news/